domenica 6 novembre 2016

The Lord of The Rings in Concert: la Compagnia dell'Anello in concerto a Firenze

Se non avete mai visitato Firenze, questa potrebbe essere un'occasione in più per ammirare questa città meravigliosa. Nel 2017 si terranno le proiezioni de "Le due torri" e "Il Ritorno del Re", ma lasciate che vi racconti com'è stato vedere "La compagnia dell'Anello" con le musiche suonate dal vivo dall'orchestra.


Approdato a Firenze dopo un viaggio di circa tre ore in treno, mi accingo a dirigermi verso il Bed and Breakfast per poter iniziare la visita di questa splendida città. Appena uscito dalla stazione mi si dipana davanti la grande struttura della basilica di Santa Maria Novella ed ecco che qualcosa attrae la mia attenzione. Non sono le arcate gotiche dell'edificio, e nemmeno il taxi che mi sta prendendo sotto mentre attraverso senza guardare, ma piuttosto il faccione di Frodo Baggins che penzola su un enorme manifesto appeso alla basilica. "The Lord of The Rings in Concert", vi era scritto, e sotto le date dei tre film. Attraverso di corsa la piazza, preso dall'entusiasmo, per leggere meglio e vedo che si tratta della proiezione del film in lingua originale con sottotitoli in italiano e colonna sonora eseguita dal vivo dall'orchestra. Quando? Quando! L'indomani, 4 Novembre 2016 (anche il 5, per l'esattezza). Vuoi dire che per una volta ho avuto culo? L'entusiasmo iniziò a svanire quando riflettei sul fatto che il giorno prima sicuramente non avrei trovato ancora due posti liberi (due si, c'era anche la mia ragazza). Stranamente i biglietti c'erano, ma già lo immaginavate, altrimenti non sarei qui a scrivere questo articolo.




La proiezione si è tenuta al Nelson Mandela Forum di Firenze e prevedeva il primo dei film della trilogia del Signore degli Anelli, la Compagnia dell'Anello. L'accompagnamento musicale era eseguito dall'orchestra e dal coro del Maggio Musicale Fiorentino, accompagnati dalla bravissima (e pure bellissima, dai) Kaitlyn Lusk e condotti da Shih-Hung Young.
Sinceramente come location per questo tipo di evento si adattava di più un teatro, però l'acustica globale era decisamente buona. La pecca del palazzetto è sicuramente quella della scomodità delle poltroncine, classiche plasticone che dopo tre ore di proiezione avevo il sedere come la faccia di un Uruk-hai. Lo schermo e l'orchestra erano disposti in modo tale da garantire una visione perfetta anche per chi ha voluto spender poco e si è aggiudicato i posti più lontani. Io non ho voluto badare a spese e ho preso dei posti decenti, anche se non i migliori che quelli erano esauriti. Una cosa che mi ha colpito era la varietà di gente presente. Di solito per queste cose ci si immagina la folla di nerd impazziti e vestiti di tutto punto. Intendiamoci, seduta una fila più in alto rispetto alla mia avevo Galadriel e un Gandalf il Bianco passeggiava su e giù per il palazzetto inseguito da un goblin, quindi qualcuno vestito c'era. Per il resto si andava dal gruppo di ragazzi normali, a qualche famiglia e addirittura a parecchie persone di una certa età. D'altronde, sempre di orchestra e opera si tratta.
Il programma della serata con le canzoni eseguite in ordine lo trovate qui.




Personalmente non avevo mai assistiti ad una cosa del genere e vi assicuro che è stata un'esperienza! Praticamente durante tutto il film l'orchestra rimane sempre semi-illuminata in modo che anche chi non fosse interessato a seguire la proiezione può seguire i movimenti dei musicisti o vedere le facce che fanno quelli del coro mentre si sgolano (e io mi diverto così, che volete che vi dica). Quando una parte del coro deve eseguire un pezzo, gli interessati si alzano in piedi ed un riflettore li mette in risalto, stesso dicasi per la soprano. Tranne gli effetti sonori, che sono riprodotti insieme al parlato direttamente dal film, tutto il resto è eseguito dall'orchestra. Non vi dico la pelle d'oca che ho avuto quando, durante il pippone del prologo del film ("Tutto ebbe inizio con la forgiatura dei grandi Anelli, Tre furono dati agli elfi...", un pippone oh) nel momento in cui appare Sauron, il coro maschile si è alzato e ha intonato a gran voce il tema iniziale. Poi sono arrivati i tamburi, le trombe, ancora il coro che aumentava d'intensità, Sauron che iniziava a lanciare elfi a destra e a manca! Fantastico.
Durante i titoli di coda, la mezzo-soprano
Kaitly ha intonato dall'inizio alla fine "May it be" di Enya, con una voce meravigliosa, identica a quella della cantante originale. E lì altro che pelle d'oca, avessi avuto una barba come quella di Gimli non avrei più visto nulla.
Tutto perfetto quindi? Non proprio, che un paio di lamentele me le dovete lasciar fare. Innanzitutto la voce dei dialoghi era molto bassa e spesso coperta dalle musiche. Ora, non so se questo fosse voluto in modo da poter apprezzare a pieno l'orchestra, però a volte era fastidioso, soprattutto per chi magari il film non l'ha mai visto (chi? Chi è costui? Come si permette?!). Secondo, la luce che illuminava l'orchestra si rifletteva un po' troppo sullo schermo, rendendo l'immagine come se avesse la luminosità molto alta e perdendo di parecchio in qualità. La cosa non mi ha particolarmente infastidito, tanto il film io lo sapevo cantare anche al rovescio.
Posso quindi dire che The Lord of The Rings in Concert è stata un'esperienza che consiglio di fare a tutti nel modo più assoluto, che siate fan o meno. Io farò il possibile per essere presente anche alla proiezione degli altri due film, che già sento le musiche di Rohan ronzarmi in testa e non vedo l'ora di sentirle dal vivo.

Vorrei segnalarvi le date del 2017 per la proiezione del secondo e terzo film della trilogia:
  • Le due Torri: 27 - 28 Gennaio 2017, ore 20:00. Per info e prenotazioni QUI.
  • Il Ritorno del Re: 10 - 11 Marzo 2017, ore 20:00. Per info e prenotazioni QUI.

Ci vediamo a Firenze. Per la barba di Gimli!

Nessun commento:

Posta un commento