mercoledì 18 dicembre 2013

Steam OS: un primo sguardo

Valve ha da poco rilasciato la beta del suo sistema operativo, Steam OS, scaricabile e installabile gratuitamete da tutti e  sul proprio PC. Vediamo come preparare la Virtual Machine per ospitarlo degnamente.





SteamOS è il sistema operativo basato sul famoso store di videogiochi Steam. Ad oggi, Steam è installabile liberamente su Windows, Mac e da poco anche su Linux. Questo vuol dire che attualmente su Linux non c'è lo stesso parco titoli che su Windows. L'intento di Valve è quello di creare una console ibrida, ovvero che sia molto più simile ad un PC. Quindi, hardware aggiornabile e un proprio sistema operativo. Ovviamente i prezzi sono maggiori o uguali alle console attuali, con la differenza che a prestazioni il PC è nettamente più avanti. Tornando a Valve, quello di cui vi sto parlando è la Steam Machine.
Diciamo quindi un PC per gli utenti casual, ovvero coloro che magari vogliono dedicarsi solo al gaming e a cui non interessa il resto. Anche il design della macchina dovrebbe essere compatto e più adatto a stare in salotto, piuttosto che su una scrivania, come una vera console.
Ho installato Steam OS su VirtualBox creando una VM fatta così:

OS Type: Linux
Version Type: Debian (64 bit)
Memory (RAM): circa 4GB
Disk Space: circa 8GB
Processor: 2 CPU
Enable EFI (special OSes only): SI
Video Memory: 512MB
Enable 3D Acceleration: SI

Avremo ancora modo di parlarne per bene più avanti, quando tutto sarà più maturo, tuttavia ad una prima impressione ci si ritrova davanti alla classica schermata di Steam big picture. Questa viene avviata in automatico al lancio del sistema operativo. Si può comunque uscire e ritrovarsi (piacevolmente) in ambiente Linux Debian, da cui poter fare le classiche operazioni da PC Desktop.
Su Virtual Machine ovviamente non aspettatevi di provare grandi giochi, tuttavia voglio ricordare che un'installazione pulita su disco fisso formatta automaticamente tutto il disco! Quindi occhio.

Nessun commento:

Posta un commento