sabato 23 marzo 2013

Game Programming Italia

Oggi vorrei parlarvi di un sito che tutti i programmatori di videogiochi dovrebbero conoscere: GPI. Inizialmente potrà sembrare un semplice social network stile facebook (ci assomiglia parecchio), ma uno sguardo più approfondito mostrerà subito le sue potenzialità.








Non so se qualcuno ricorda il sito gameprog.it. Anni fa era l'unico sito italiano che veramente faceva luce sul panorama dello sviluppo di videogiochi in Italia. Purtroppo venne chiuso e per qualche tempo non se ne sentì più parlare. Ma ecco spuntare dalle sue ceneri GPI.
Prendete facebook (bacheca, chat, condivisione), twitter (following)e i forum (possibilità di aprire discussioni), mescolate il tutto e avrete Game Programming Italia.
Perchè iscriversi?
Ottima domanda. Vi rispondo, come non si dovrebbe, con delle altre domande. Volete un social network in cui conoscere e tenervi aggiornati con tutti i programmatori (italiani e non) di videogiochi e, soprattutto, con le software house che li producono? In GPI potrete seguire gli utenti (stile twitter) e consultare la bacheca con le offerte di lavoro sempre aggiornata. Avete un gioco da pubblicizzare? GPI vi offre la possibilità di creare delle pagine per farlo che saranno esposte in una specie di vetrina consultabile liberamente. E poi news, articoli, tutorial... Insomma, dovete iscrivervi ;)
Insisto così tanto perchè il panorama videoludico italiano, soprattutto quello indie, sembra che stia crescendo e che sita sfornando prodotti di qualità. Facciamo passaparola in modo che si sviluppi come si deve e magari, chissà, forse un giorno in Italia si produrranno videogiochi con la I maiuscola (parlo delle grandi sw house). Ops, scusate, con la V!

Nessun commento:

Posta un commento