giovedì 6 dicembre 2012

Open source: cos'è e perchè è importante

Vorrei spiegare a tutti, anche ai meno avvezzi al mondo dell'informatica, l'importanza dell'Open Source. Lasciate che vi mostri con un banale esempio quella che è per me la mentalità fondamentale per un programmatore di un certo tipo.








Bene, iniziamo con un esempio che con l'informatica non c'entra praticamente nulla, ma che secondo me rende bene l'idea: il cacciavite.
Immaginate di dover effettuare un lavoro per un cliente, che consiste nel montargli un mobile. Ora, per eseguire il montaggio dovrete munirvi di cacciavite ma non ce l'avete. La prima cosa che uno potrebbe dire è: mi creo un cacciavite tutto da me (si lo so che è stupido ma fatemi andare avanti e sarà più chiaro). Tuttavia, dato che i cacciaviti esistono già, perchè reinventarlo? Dunque ora le opzioni sono due, o esco a comprare un cacciavite, o me lo faccio prestare da un amico. Una volta scelto potrò montare il mio mobile.
Tenendo a mente l'esempio sopra, muoviamoci in ambito informatico. Adesso il mobile che il cliente vi ha chiesto di montare, è il vostro software che un'azienda o un privato vi ha commissionato. Da buon programmatore, dopo una fase progettuale iniziale, inizierete a buttare giù le prime righe di codice. Torniamo all'esempio: il più delle volte il software che dovrete progettare sarà formato da parti che sono già state create ed usate per un qualche altro software. La prima cosa che potremmo fare è fregarcene e, appunto, rifarle da noi. Ma perchè, come dicevo sopra, reinventare la ruota  e quindi sprecare tempo prezioso, che poi il committente s'infuria? Ed è qui che entra in gioco l'Open Source.
Un software che non è Open Source (è closed) non mi permette di riutilizzarlo per i miei scopi. Sarebbe come dire che i produttori di cacciaviti decidessero di non venderli più ma di usarli solo loro. Cioè in pratica se hai bisogno di un cacciavite non lo puoi comprare ma chiami l'azienda che lo produce per farti montare la roba. Il software Open, invece, è come l'amico a cui chiedi in prestito il cacciavite! Lo prendi, lo usi e glielo restituisci. Così risparmi tempo e in più se il codice è ben scritto impari anche qualcosa.
Io credo che tutti dovrebbero avere un minimo di concezione Open. Perchè è solo con la collaborazione di tutti che si riescono a fare le cose migliori.
Sono d'accordo con chi sostiene che rendere "gratuita" e fruibile a tutti una cosa che invece si può rendere proprietaria e commercializzarla senza concorrenza incrementa di netto il guadagno (vedi Microsofto o Apple). Tuttavia è necessario un equilibrio delle cose. Se il software è vecchio, liberatene i sorgenti, tanto che profitto volete ancora ricavarci? Ma questo, forse, è un altro discorso.

In definitiva spero di essere stato chiaro e di avervi fatto capire l'importanza di questo stile di pensiero. Ricordate che questo è solo uno dei tanti motivi che lo rendono tale.
Fatemi sapere!

Nessun commento:

Posta un commento