mercoledì 24 ottobre 2012

Programmi indesiderati: da dove arrivano e perchè

Quante volte vi è capitato di ritrovarvi installati programmi di cui non conoscete la provenienza? Andiamo a vedere da dove arrivano e, soprattutto, perchè ce li ritroviamo ogni volta.







Scrivo questo post rivolgendomi soprattutto a tutti coloro a cui è capitato almeno una volta di sentirsi dire: "Ho questo programma sul PC e non so proprio cosa sia!" e voi rispondete "Ma l'hai installato tu?" sentendovi sempre dire "No, mi si è installato da solo!". Un classico è quello della magica toolbar che da un giorno all'altro ci si ritrova sul browser e di cui non si conosce la provenienza.
Ora, dato che il PC non gode di vita propria e che quindi da solo non fa un niente di niente, andiamo ad illustrare ai nostri amici qual è la sorgente del problema. O meglio, andrò a spiegare, poi  a voi basterà condividere l'articolo e il gioco è fatto. Ah, preciso che mi rivolgo all'utenza Windows!
Oggigiorno esiste un programma per ogni esigenza e soprattutto la maggior parte sono gratuiti. Nel momento in cui si ha bisogno di risolvere un certo problema basta una veloce ricerca su google per trovare diversi software tra cui scegliere quello che fa al caso nostro. Il più delle volte si prende il primo che capita e lo si installa per vedere come funziona. Un po' per pigrizia, un po' per fare in fretta, non si presta mai attenzione ai passi che avvengono durate l'installazione. Il tutto si riduce infatti ad una frenetica sequenza di click sul tasto "Avanti" e infine "Installa". Ed è qui sorge il problema!
Osservate la sequenza di immagini seguenti che mostrano l'installazione di Free YouTube MP3 Converter passo dopo passo:






Prestate bene attenzione all'immagine 4 e 5.
Avete notato? Ebbene il programma dà per scontato che se ora voi cliccate avanti vi verrà installato anche un altro programma, che voi non volevate.
Il fatto è che la casella in cui si dà il consenso all'installazione non l'ho spuntata io, ma era già così di default. Quindi, se durante un'installazione non si presta bene attenzione a tutto quello che c'è scritto ci si ritrova poi magicamente installata anche dell'altra roba, di cui non ci interessava minimamente.
NOTA: Ci tengo a precisare che questi non sono malware o virus. Sono semplicemente programmi "sponsor".
Questa pratica è ormai molto comune in tantissime installazioni, quindi prestate attenzione! Inoltre non sono solo i programmi "minori" ad adottare questa politica ma anche quelli di grandi Software House. Ad esempio guardate qua:


Come potete notare in questa installazione la casella si presenta già con la spunta. Basta un clik su avanti e vi ritroverete Ask Toolbar installato sul pc. E stiamo parlando di Java, di marchio Oracle. Badate bene però che questo fatto è addirittura segnalato sul loro sito. Quindi del tutto ufficializzato, non vogliono nascondervi nulla.
Ma perché fanno ciò?
Se vi ricordate all'inizio vi avevo detto che questi programmi sono appunto gratuiti. Ecco, siccome uno non vive di sola generosità, un qualche guadagno deve pur farlo. Ed è per questo che chi ha fatto quel programma decide di sponsorizzarne altri durante la sua installazione, ricavandone dei soldi.
Badate bene che questa non è una lamentela. Sono d'accordo che ci si venga incontro a vicenda tra utente e sviluppatore. Quello che non sopporto è il fatto che mi si metta in automatico l'adesione ad installare altro software che non volevo! Perché quella casella non la mettete senza la spunta? Ecco, questo mi dà parecchio fastidio.
Voi cosa ne pensate? Vi siete ritrovati spesso nella stessa situazione?
Fatemi sapere!

Nessun commento:

Posta un commento